Home Page di OrnicaFrazioni di OrnicaCenni Storici di OrnicaManifestazioni e Eventi a OrnicaNumeri Utili di Ornica
Carattere medio Carattere grande


 
News Ornica Le News di Ornica
articoli e news di Ornica dai giornali locali
Itinerari trekking escursioni a Ornica Trekking escursioni a Ornica
Reportages montagna, tragitti, itinerari, escursioni sui sentieri di Ornica
Sci-Alpinismo a Ornica Scialpinismo Ornica
Reportages Alpi Orobie in scialpinistica a Ornica.. Pizzo Tre Signori, Val d'Inferno, Benigni, Salmurano, Valletto
Libri su Ornica Bibliografia Ornica
Bibliografia realizzata dal Centro Studi Francesco Cleri e dal Centro Storico Culturale Valle Brembana
Storie Antiche popolari di Ornica Storie Antiche popolari di Ornica
La leggenda della Val d’Inferno; La Baita del Diavolo...
Ornica e il suo Ambiente Ornica e il suo Ambiente
Nemmeno Ornica sfuggiva alla regola comune alle località di montagna per la quale tutto ciò che serviva alle persone veniva prodotto in casa....
Gli Alpini di Ornica Alpini di Ornica
dopo il primo conflitto mondiale, dapprima iscritti al Gruppo di S. Giovanni Bianco, si costituirono in Gruppo autonomo il 29 novembre 1925, divenendo per lungo tempo uno dei più numerosi della bergamasca.
Gruppo Pescatori Ornica Gruppo Pescatori Ornica
nel lontano 1937, la gestione delle acque era curata dalla Ditta Lobati: Lobati Antonio - Lobati Pietro - Lobati Gaetano; che avevano in affitto il fiume dalla località Stabina sino in Val d'Inferno ed al Valletto.
La Madonna del Frassino La Madonna del Frassino
Il santuario della Madonna del Frassino ricorda l’evento prodigioso di cui fu protagonista un uomo del posto, incappato in una squadra di briganti...
Itinerario per il Pizzo 3 Signori Itinerario per il Pizzo 3 Signori
Il Pizzo dei Tre Signori una splendida montagna delle Alpi Orobie: sorge quasi isolato all'estremita' nord occidentale della provincia di Bergamo e costituisce punto di incontro di tre provincie lombarde...
Itinerario al Rifugio Benigni Itinerario al Rifugio Benigni
e' stato inaugurato nell'estate del 1984 dalla sottosezione del C.A.I. dell'Alta Val Brembana, in un luogo panoramico e nelle immediate vicinanze del Lago Piazzotti ( 2.224 m).
   Scialpinismo Ornica Indice Scialpinismo a Ornica - Sci-Alpinismo, reportages dal Forum della Valle Brembana

Gita di livello ieri, una super-classica delle Orobie, la salita al Pizzo Tre Signori da Ornica. Visto l'ultima nevicata, che ha portato neve fino in pianura, e l'imminente arrivo di una nuova perturbazione che 'laverà' fino a 1500 mt, questo we è forse l'ultima occasione per la salita partendo sci ai piedi direttamente dal paese. Dopo un breve tratto con gli sci in spalla, li calziamo poco sotto le baite che poggiano sui pratoni rivolti a est e agevolmente sbuchiamo sulla strada che arriva da Valtorta. Da qui in un attimo siamo nell'ampia e suggestiva Val d'Inferno. La vista che offre quest'angolo di Val Brembana ogni volta toglie il fiato per la sua bellezza. La giornata è molto calda e da subito si sale in maniche corte. Siamo i primi e, vista la traccia a tratti abbastanza ripida, ci tocca anche battere un nuovo itinerario. Fortuna che il forte fondista Paolo non si tira indietro e si sacrifica per il gruppo. Arrivati alla bocchetta d'Inferno cominciamo a salire il freddo pendio nord che conduce in vetta e che, nella parte sommitale, ci costringe a calzare i rampanti per la presenza di neve ghiacciata.......


Ad un anno esatto di distanza, rifacciamo questa classica ed appagante salita al Pizzo Tre Signori. Visto la carenza di neve di quest'anno, decidiamo di salire in auto anche il tratto di strada asfaltata fino ad incrociare la carrozzabile proveniente da Cusio. Siamo a quota 1150 circa. Fino all'agriturismo Ferdy gli sci restano nello zaino e ci resterebbero ancora per un bel po se non decidessimo di salire il versante a sinistra. Ci infiliamo quindi nel fitto bosco di abeti e faggi seguendo delle tracce dei giorni precedenti. Dopo una ravanata finale, sbuchiamo all'altezza della baita Ciarelli dove la neve è presente anche sul versante più esposto al sole. La neve è in via di trasformazione e tiene ancora bene complice la temperatura piuttosto bassa.......


Stupenda uscita come solo quest'anno in questo periodo e' possibile ancora effettuare, con innevamento eccezionale e di ottima qualita', in compagnia dell'amico Antonio e del sua cagnolina. Partiamo alle 5.45 dai Piani dell'Avaro con l'intenzione di portarci verso la bellissima zona del Trona e magari fare una visita al Lago Rotondo. Ma una volta raggiunta questa zona le condizioni sicure della neve e la giornata piuttosto fredda ci convincono a proseguire verso il Pizzo Tre Signori fino a raggiungere la sua cima dove rimaniamo sorpresi che la grande croce sia ancora quasi completamente sommersa da diversi metri di neve. La neve si manterra' sorprendentemente bella fino alla fine del lungo giro (23 Km in tutto, 1900 m. di dislivello positivo) che ci riportera' alla macchina verso le 16 dopo dieci ore dalla partenza...


Splendida giornata. Siamo io e Ares, partiam alle 7.30 h dopo "non esserci" trovati ai "troppi" parcheggi della "città" di Ornica. Si spallano gli sci da 950 m del paese, fino ai 1400m dell'agriturismo ferdy, poi da li inizia la neve. Fà subito caldo e la neve è subito "pappa".. cmque la giornata è magnifica e il posto anche! Passati i pendii un pò da "ravanate" dopo l'Agriturismo d'Alpe del Ferdy, dalla baita (non ricordo il nome) a quota 1601m... diventa bella la neve e si va su abbastanza regolari. Ares in un canalino,ha un pò di problemi (complici le pelli non su misura)con le inversioni..toglie gli sci.. e una volta su, paga la fatica.. alla fine si fermerà alla bocchetta, mentre io continuo. Salgo e alla bocchetta mi sento bene (a parte il troppo caldo!)... da li in 40 minuti sono in cima con a 20 metri dalla vetta crampi, prima alla gamba sx poi a entrambe.. nulla di che, dovuto solo al "poco bere" di oggi ..


Oggi parto con Paglia, con obbiettivo Pizzo 3 Signori. Lui non l'ha mai fatto e non lo conosce, io già 3 volte dalla valle dell'inferno, ma con le ciaspole! Freddo becco stamattina -9° ad Ornica 960 m. Si inizia subito con la lunga salita.. tutto bene, clima gradevole e sole spaccato in cielo. Fino 10 m sotto la vetta tengo gli sci, poi li tolgo, perchè col ghiaccio che c'era non mi son fidatoe son salito a piedi con gli sci in mano, mentre Paglia è arrivato con gli sci in vetta. In cima si mangia qualcosa foto di rito e poi giù.. Il pezzettino ripido e ghiacciato sotto la vetta, lo supero con un traverso e facendo scivolare gli sci... poi piu' sotto andrà meglio. Pendii, salti, bosco e strada battuta per finire, insomma di voli ne ho fatti, ma mi son divertito un casino!..


Bellissima e rilassante uscita in ambiente fabiesco con quantita' di neve esorbitante date le basse quote e il periodo. Azzeccatissima scelta in un giorno di pericolo valanghe elevato quasi ovunque, eccezion fatta appunto per zone come questa (sul modello del Monte Torcola), fatte di boschi e alpeggi poco aperti e con basse pendenze...