Altitudine 1100 metri s.l.m.
Lat. 45°57'23"76 - Long. 09°45'12"24
Municipio: Tel. 0345.84047
Misure: superficie 25,49
Valle Brembana, 46,3 km da Bergamo

Escursioni e itinerari a Roncobello - pag.1


Roncobello Magic Snow
Con Alex siamo saliti a Roncobello per riprendere la gara di fondo del Nikolaevka, siamo rimasti incantati da tale magia che abbiamo optato per un tour nella neve fresca... Roncobello paese fiabesco!!!! alcune immagini di stamane.......

Vindiolo-Pizzo-Menna: mezzo incubo sul Sentiero Gilberti
Capovalle, il giro che ho in testa di fare è ancora un cantiere aperto, mi riservo la possibilità di variarlo strada facendo: vado ad esplorare una zona a me sconosciuta, mi inerpico sul versante dirimpetto la frazioncina per salire alle baite del Vindiolo e lì agganciare il Sentiero Gilberti, tracciato tutto a mezza quota che collega il Vallone del Monte Menna con la zona Mezzeno-Branchino. La prima parte della salita riserva belle sorprese, fino alla Baita Vindiolo Alto tutto procede al meglio, ma da lì in avanti prende vita un incubo di mezza estate, aggancio il Sentiero Gilberti e mi rendo conto che versa in uno stato di abbandono totale, i bivi sono segnalati malissimo e in maniera fuorviante, tanto che sbaglio strada diverse volte: il tracciolino è stato quasi totalmente inghiottito dalla vegetazione......

Da Mezzeno al passo Laghi Gemelli, precoce estate di S.Martino
finalmente una bella giornata (pomeriggio) da spendere in montagna e non è il caso di "spendere" tante parole.... bellissimo pomeriggio partenza dalle baite di Mezzeno... lascio parlare le immagini... che è meglio.........

Trekking Orobie: Un canalino nord per l'Arera
L'Arera è uno scoglio isolato, un punto panoramico tra i più spettacolari delle Orobie, a condizione che non si nasconda dentro le sue proverbiali e quasi inseparabili nuvole: niente di tutto questo oggi, giornata ideale per regalarsi la bellissima escursione che partendo da Mezzeno porta a sfilare dapprima sotto le imponenti muraglie calcaree della Corna Piana, rendendo poi omaggio al grande cratere squarciato del Mandrone, per salire infine in vetta passando dal Canalino Nord, nome forse un tantino pomposo dato ad un passaggio molto più abbordabile di quanto il nome lasci pensare. Da quando l'ho scoperto è diventato il mio itinerario preferito per salire l'Arera, insieme a quello altrettanto affascinante che passa dall'anticima Est: percorsi che personalmente considero nettamente più belli del classico e faticoso tracciato che sale direttamente dalla Capanna 2000............

Un Sentiero dei Roccoli per il Mencucca
Il Sentiero dei Roccoli non è certo famosissimo, ma permette di mettere il naso sulle alture di Roncobello, che in questo angolo si rivelano selvatiche e poco frequentate: recenti lavori di sistemazione consentono di percorrere con più facilità questo sentiero che si stacca da quello per i Tre Pizzi, sopra Mezzeno, con tracciato poco impegnativo e non banale ci si può portare fino al Roccolo del Corno da cui si ammira un gran bel panorama soprattutto sulla vallata di Branzi. Incuriosito da un cartello, sulla via del ritorno ho deciso di salire verso il Mencucca, cupolone che si sale senza troppi problemi e senza un itinerario preciso e che ospita numerose barriere paravalanghe: inusuale la vista che da lassù si ha dei Tre Pizzi, bel colpo d'occhio anche sulla dirimpettaia costiera del Pietra Quadra. Ho poi proseguito sulla cresta fino a trovare l'attacco del canale roccioso che permette di scendere sul versante nord fino al colletto poco sotto il bel Bivacco Tre Pizzi: la discesa, pur attrezzata per intero con una robusta fune, si presenta frizzante e da percorrere solo se debitamente avvezzi a percorsi di questo tipo, in tal caso risulta di gran soddisfazione.........

Un giro sulla costiera rocciosa del Gruppo Menna
Approfittando della concomitanza di una giornata di ferie per alcuni soci del CAI Zogno, si recupera una escursione inserita nel programma estivo ma non effettuata per condizioni meteo avverse. Anche per oggi sono previste isolate precipitazioni nel pomeriggio, ma questa volta si parte. Il giro sulla costiera rocciosa è impegnativo ma veramente suggestivo, una salita ripida sino alla Croce di Pizzo e poi un’alternanza di su e giù con qualche tratto esposto, come dice il mitico Bruno... “Chèsto l’è amò ü bèl sentér selvàdech”.........

Trekking solitario al Monte Vetro
Era già da domenica scorsa che tenevo d'occhio l'evoluzione del meteo con l'auspicio che l'icona del sole con una sola piccola nuvoletta sul giorno di giovedì non cambiasse e grazie al cielo così è rimasta . Prima mattinata sgombra da nubi, poi via via più chiuso ma senza evidenti minacce di temporali e saette. Ho sfiorato il fatto di essere in compagnia di altri due trekker, ma poi per motivi lavorativi hanno spostato il loro svago al venerdì; chissà come gli è andata... Percorso tranquillissimo dalle baite di Mezzeno, poi all'indicazione per il rifugio Branchino ho voltato repentinamente a destra risalendo il pascolo, passo accanto ad una malga e poi infilo il sentiero per il monte Vetro. Al Vetro scendo al passo Vindiolo e un po' a naso mi dirigo verso delle baite in una conca sottostante. Pranzo nei pressi di una pozza per l'abbeveraggio e poi risalgo l'ultimo segmento della val Vedra fino a ritrovarmi al passo Branchino.........

Sentiero dei Roccoli, quattro passi sopra Mezzeno
Mi serve un'escursione veloce, il meteo pazzo di questo freddo Maggio non ispira grandi speranze: decido di salire verso i Tre Pizzi, da Mezzeno non è una camminata lunga. Resto come al solito incantato dallo spettacolo meraviglioso offerto dall'altopiano della Baita di Campo, terrazzone non intuibile dal fondovalle: resterei ore quassù ad ammirare l'Arera i panorami tutt'intorno a me comprendono colori che vanno dal giallo dell'erba secca, al verde intenso di quella nuova, al bianco delle vette innevate di recente, a nuvole un po' troppo scure per i miei gusti. Decido all'istante di variare il programma: niente Tre Pizzi mi incammino sul Sentiero dei Roccoli, non l'ho mai percorso. Il sentiero è stato risistemato di recente e con bel tracciato ondulato mi porto fino al Roccolo dei Larici, lungo il percorso si incontra un piccolo laghetto e un breve tratto attrezzato con catene e pioli. Avrei voluto godermi maggiormante questo bel sentiero ma il meteo ha virato velocemente in nuvoloni scuri e poco rassicuranti voglia di beccarmi un temporale non ne avevo quindi dietrofront..........

Alpinismo: Periplo dell'Arera con salita dal canale nord
Oggi con Sergio e l'idea è di salire, finalmente, il canale nord del Pizzo Arera. Lasciata l'auto alle Baite di Mezzeno ci incamminiamo verso il Passo di Branchino e da qui al Mandrone. La neve non manca e, per fortuna è anche portante se non in alcuni piccoli tratti. Giunti ai piedi del mandrone si scorge il breve, ma interessante canale che andremo a risalire a breve. Il canale è lungo meno di 100m e la pendenza massima, credo, sia attorno ai 45-50°, dunque come grado di difficoltà lo valuterei un F. La difficoltà maggiore la troviamo all'uscita dove non seguiamo le tracce esistenti a sinistra (non le abbiamo viste), ma usciamo dritti su roccia molto marcia ed instabile facendo qualche acrobazia.......

Mezzeno - Lago del Branchino.. all'alba di un nuovo giorno
Per evitare i quotidiani temporali che da un bel po' interessano le nostre Orobie, il duo Alvin&valanga "punta" la sveglia alle 4.00 per riprendere l'alba dal Passo del Branchino, di primo mattino, almeno non si rischia la pioggia! Si sale in auto dalla comoda strada asfaltata delle Baite di Mezzeno. C'e' ancora molta neve nella conca del Passo di Valvedra e con non poche difficolta' arriviamo alla meta alle 6.15, il tempo di scattare alcune immagini dei raggi di sole che filtrano tra le nuvole. Oltre la levataccia partire molto presto ha anche i suoi vantaggi, alle 9.00 al bar di Roncobello dove i primi clienti ordinano caffe' e cappuccini i duo si bene tre belle birre fresche sotto lo sguardo attonito dei presenti! e alle 10.00 si rientra in sede per la giornata lavorativa!........

La Magica Notte di Roncobello e Capovalle
La tradizionale Cacciata di Marzo a Zogno e' in programma per martedi' 2 Aprile, dove il gran frastuono della tirata de Tole tradizione brembana per scacciare l'inverno e far largo alla primavera... piu' che Pasqua sembrano le festivita' di Natale!!! con la neve di ieri sera che ha imbiancato le valli oltre i 500/ 600 m. Tra una perturbazione e l'altra i licantropi brembani non perdono l'occasione sentendo il richiamo della luna piena e si sono avviati in piena notte in quel di Roncobello per riprendere la Notte Magica di Roncobello e Capovalle........

La primavera di Gennaio al Pietra Quadra
Gita mista ciaspolatori e ski-alp in quest'angolo di Orobie a torto un po' snobbato. Io e Ser59 siamo a piedi, mentre Matu e Pier con gli sci. Partiamo da Capovalle alle 7.00 giuste giuste con le ultime stelle nel cielo e risaliamo la strada fino alle Baite di Mezzeno che raggiungiamo con il primo Sole. Strada nella prima parte ricca di ghiaccio, mentre nella seconda bella su neve dura. Si prosegue poi verso il Passo di Mezzeno fino al grosso masso dove c’è il bivio per i tre Pizzi. Si segue poi il sentiero in direzione di questi ultimi. Una volta alla base di queste tre belle montagne si devia a destra risalendo tutto il vallone fino alla base della parete finale che porta in vetta al Pietra Quadra............

Roncobello - Sentiero dei Roccoli
Mi alzo senza puntare la sveglia ma visto che il tempo è buono decido per una breve escursione non troppo lontano. Parto da Roncobello alla ricerca del sentiero dei roccoli ma anche questa volta non riesco a beccarlo se non in cima vicino al roccolo Veroppio. Seguendolo in discesa riesco a capire dove ho sbagliato. Dopo la frazione Fraggio seguo la mulattiera che porta a Cornello e da li si stacca sulla SX il sentiero marcato con segni bianchi e rossi che porta sino al roccolo dei Larici. In realtà il segno l'avevo visto anche in salita ma non avendone visti altri son rimasto sulla più ampia mulattiera. Non capisco perchè in sentiero nella parte alta sia ottimamente segnato anche con paline e cartelli indicatori mentre a Roncobello non sia riuscito a trovare nessuna indicazione.............

Giornata in bianco ai laghi Orobici
La giornata di tempo stabile attesa da settimane è stata annunciata a ridosso di un giorno caratterizzato da piogge torrenziali e come s'è visto da neve oltre i 1600mt. Io nutrivo in merito un cauto ottimismo sperimentati i precedenti, Battista, col quale avevo concordato una uscita in momento propizio, era di tutt'altro sentore e sino al mio SMS di martedì mattina ore 7 era pronto a vestire i soliti panni profesionali. Una rapida occhiata fuori al cielo che si rischiarava ed una alle Webcam ci hanno messo in moto mentre il trio Valanga, MaCa e Pio già erano all'opera nella zona Calvi. La nostra destinazione, con o senza neve era fissata da tempo ai laghi orobici Gemelli, Becco & Co. Nulla in confronto alle opere d'arte del succitato trio, ma offro comunque il mio modesto contributo a questa fantastica Giornata in bianco ai laghi orobici............

Capovalle - Mencucca - Pietra Quadra - Baite di Mezzeno - Capovalle
Partenza da Capovalle con intenzione di salire al Pietraquadra poi si vedra visto che alle 12 devo essere alle baite di Mezzeno per la festa in baita mi aspetta la polenta concia. A Caprile prendo un sentiero che mi porta sulla sinistra pensando di andare ad incrociare il sentiero dei roccoli ma quando vedo che inizia a perdere quota lo abbandono salendo nel bosco a naso tutto fila abbastanza bene fino a quando i pini lasciano il posto ai cespugli di pini mughi li mi tocca una ravanata ma a qualche maniera superando alcuni salti di roccia arrivo al roccolo "Cornela del Natale" e da li al sentiero dei roccoli che seguo per poco poichè prendo a sinistra una traccia con alcuni ometti per portarmi in vetta al M. Mencucca. cendo ora per una cengia attrezzata con una corda metallica al Rifugio Tre Pizzi per poi puntare al canale che porta alla cresta del Pietraquadra e da li prima alla croce e poi alla vetta con il Ripetitore e sotto la madonnina..........

Baite di Mezzeno - Monti Vetro e Vindiolo
Prima di riempirsi la pancia dallo Sperandio per la Sagra del Colesterolo una capatina a queste due cime ancora non salite. Percorso facile e veloce, ma panorama spaziale...se le nebbie lo concedono. Noi siamo riusciti a vedere qualche scorcio ma in futuro ritornerò per gustare a pieno le bellezze che queste due modeste cime possono regalare......

Gita plurifamiliare al Lago del Branchino
Rimandata più di una volta per i normali problemi di organizzazione quando si cerca di uscire in tre famiglie con bambini finalmente domenica si parte alla volta del Branchino dalle baite di Mezzeno. Come noto, lo stesso giorno lì si è svolta la sagra del colesterolo e quando passiamo noi c'è un certo fermento per i preparativi. Per quanto riguarda la mia famiglia questa è la quinta uscita di questo agosto (record assoluto: in un mese più uscite che nella somma di tutti gli anni precedenti ) dopo i laghetti di Ponteranica il rifugio Dordona, il lago Moro e i laghi di Porcile. Sentiero agevole e breve con avvio soft, tiratina fin sotto il corno a picco sul sentiero poi ancora soft; in tutto fino al lago circa 1 ora e mezza con passo molto molto tranquillo....

Pietra Quadra - Monte Spondone - Monte Tonale - Pizzo Orobie - Pizzo dell'Orto
Bella cavalcata delle creste che vanno dalla cima che domina la zona dei 3 Pizzi (Pietra Quadra) sino ad arrivare all'ultima cima che si sopraeleva ai Laghi Gemelli (il pizzo dell'Orto). Escursione da far con attenzione per la frequente esposizione durante parte della camminata tuttavia priva di grosse difficoltà alpinistiche . Partenza dai piani di Mezzeno in direzione baita 3 Pizzi e laghetto omonimo. Di qui risalita per sentiero alla prima delle cinque cime; il Pietra Quadra. Raggiunta la sommità si noterà al termine delle creste la rinomata croce di Branzi che domina la parte alta della Val Brembana tuttavia noi si proseguirà in direzione opposta verso la seconda cima; il monte Spondone che si innalza sopra il passo di Mezzeno. Di qui per ripidi ed esposti sali scendi si raggiunge la terza cima; il monte Tonale. Giù ancora per il sentiero che si fa via via meno esposto ecco che si raggiunge l'omonimo passo del Tonale ed ancora su verso il pizzo Orobie. ....

Roncobello - Passo del Vendulo - Porta delle Cornacchie - Cima Baresi - Picarelli
Trekking tour di mezza giornata con giro ad anello e partenza da Roncobello (zona Hotel Milano), arrivo sempre a Roncobello dalla frazione di Picarelli in compagnia di Pio e Paola. La Porta delle Cornacchie un crinale roccioso a circa 1200 metri di altezza dove' c'e' un allineamento anomalo di massi di porfido rossiccio. La loro diposizione e soprattutto il taglio verticale quasi innaturale delle superfici, ha portato a suggerire una serie di ipotesi sulla loro origine che potrebbe non essere naturale ma derivata dalla mano dell'uomo. Gli storici ipotizzano come possibile struttura megalitica, modellata a scopo difensivo e/o religioso da una civiltà molto antica che popolava queste zone. Dalla Porta delle Cornacchie e Cima Baresi si gode di un bel panorama, a nord sulla Valfondra con Trabuchello e Branzi, a sud sulla Piana di Lenna......

Baite di Campo - I Tre Pizzi (2.167 m s.l.m.)
Mercoledì mattina son andato a fare una camminata ai Tre Pizzi di Roncobello in solitaria. Posto veloce qualche foto veloce... purtroppo scattata con il cellulare perchè arrivato alle Baite di Mezzeno mi sono accorto di aver portato la fotocamera senza SD!! Son partito da poco sotto le Baite verso le 9.15 e arrivato in vetta alle 10.45 e fino ad allora il tempo è stato bellissimo. Poi hanno iniziato ad arrivare un po di nuvole, ma niente che potesse guastare la giornata. C'era però un forte vento gelido che mi ha costretto a scappare dalla vetta dopo cinque minuti!.........

Il Tramonto dal Lago e Passo del Branchino - 11-05-2012
Dopo l'ALBA, ci mancava il tramonto dal Branchino... detto fatto, la coppia Pio e valanga riprendono il tramonto dal Passo e Lago del Branchino. Neve ancora presente in grandi quantita' nelle vallette e versanti al vago. Il Lago Branchino si trova nelle Prealpi Orobie tra le valli Seriana e Brembana, precisamente sul confine tra i comuni di Ardesio e Oltre il Colle. Il lago si adagia in una conca naturale posta tra il Corno Branchino e la Corna Piana, in cui confluiscono le acque provenienti dallo scioglimento delle nevi e dalle frequenti precipitazioni........

Baite di Mezzeno - Pietra Quadra - Spondone - Passo di Mezzeno
E’ sabato 31 marzo e, vista la splendida giornata Io, Tino e Egidio decidiamo di fare un’escursione sulle nostre splendide vette orobiche. Alle ore 7.30 ci mettiamo in macchina per salire in alta Valle lungo il tragitto optiamo per un’escursione non troppo impegnativa, considerato che siamo alle prime uscite, e decidiamo di andare ai 3 Pizzi. Sulla strada per le baite di Mezzeno siamo bloccati da un tratto di strada ghiacciato non ci scoraggiamo lasciamo l’auto e ci incamminiamo verso la meta. Giunti ai piedi dei 3 Pizzi e constatato che non è possibile salire decidiamo di raggiungere la vetta del Pietra Quadra, una scelta azzeccata perchè la vetta ci offre una vista spettacolare sulle ali dell’entusiasmo decidiamo di raggiungere il passo di Mezzeno. Il sentiero verso la conca dei Gemelli è molto esposto e a tratti ci fà tremare le gambe, ma il bello (per così dire ) deve ancora arrivare........

Ai Laghi Gemelli dalle Baite di Mezzeno
Per oggi 1° Aprile per evitare brutti pesci (visto che anche Costantino fà rima con casino) decido di salire ancora ai Laghi Gemelli ma dalle baite di Mezzeno. Ho ancora le gomme termiche, questo è servito per superare senza problemi una macchia di neve sopra la baita del Grumello. Parcheggio alla partenza del sentiero; non sono il primo Elio (un'escursionista originario di Baresi) mi precede. Due caprioli si spostano appena dalla strada al mio arrivo, cominciamo bene niente foto. Comincio la salita, ma la neve dove è........

L'Inverno nello spumeggiante torrente della Valle del Drago
Acqua e ghiaccio.... inverno e freddo, dove al fotografo di montagna non mancano gli spunti. Tra le spumeggianti acque del torrente della Valle del Drago, tra Bordogna e Lenna sull'antica mulattiera, dove in questi giorni ritorna il sole (per pochi minuti) dai primi di Novembre. Quale occasione migliore per un reportage fotografico dal corso d'acqua che scende dalla Valle del Drago.. con forme di ghiaccio, attorniate da cascatelle e giochi d’acqua.......

Escursione di fine autunno al Pietra Quadra (2356 m s.l.m.)
sabato 26 novembre un'altra bella uscita in Val Brembana. Le ultime immagini di mariolu mi invogliano a salire verso i Tre Pizzi lasciamo l'auto alle Baite di Mezzeno e seguiamo il sentiero che tante volte ci ha portate ai laghi Gemelli. Al bivio però prendiamo il sentiero 217 a sinistra che ci porta in poco tempo ai bellissimi pascoli di Campo. Qui giunte proseguiamo velocemente essendo il primo dei roccoli incontrato in piena attività.....


Escursioni sui sentieri in Comune di Roncobello - PAGINA 2 -> - PAGINA 3 --->>>>>