Home Page di Camerata CornelloFrazioni di Camerata CornelloCenni Storici di Camerata CornelloManifestazioni e Eventi a Camerata CornelloNumeri Utili di Camerata Cornello
Carattere medio Carattere grande


 
Le fotografie in alta risoluzione di Camerata Cornello Le Fotografie di Camerata Cornello
Archivio Fotografico di Camerata Cornello
News Camerata Cornello Le News di Camerata Cornello
articoli e news di Cornello dei Tasso dai giornali locali
Itinerari trekking escursioni a Camerata Cornello Trekking escursioni a Camerata Cornello
Reportages montagna, tragitti, itinerari, escursioni sui sentieri di Camerata Cornello e dintorni
Libri su Camerata Cornello Bibliografia Camerata Cornello
Bibliografia realizzata dal Centro Studi Francesco Cleri e dal Centro Storico Culturale Valle Brembana
Il Borgo Antico di Cornello dei Tasso Il Borgo di Cornello dei Tasso
Cornello dei Tasso, in Valle Brembana, una delle località bergamasche dove meglio si è conservata la struttura urbanistica ed architettonica medioevale. Un tempo il borgo di Cornello dei Tasso era al centro dei commerci che si svolgevano tra la Valbrembana..
Il Borgo Antico di Bretto Il Borgo di Bretto
Al Bretto Basso spicca l’antico palazzo Tasso la cui ristrutturazione, avvenuta dopo il 1980, ne ha mantenuto le linee architettoniche originali...
Hotel dei Tasso Ostello dei Tasso
Attrezzato per gruppi, pasti aziendali, turismo scolastico, Sala riunioni, Conferenze e Matrimoni e vacanze con visite guidate sul territorio vallare..
Museo dei Tasso Museo dei Tasso
Il Museo di Cornello, in colleganza con le altre Istituzioni dedite alla valorizzazione delle memorie Tassiane, offre un importante punto di riferimento ostensivo al turismo culturale e scolastico della Valle Brembana..
Itinerari a Camerata Cornello Itinerari Culturali e Naturalistici
Storia, Arte, Cultura e ambiente: quattro aspetti nei quali e' racchiuso il fascino di Camerata Cornello..
Indice escursioni a Camerata Cornello - Escursioni trekking sentieri percorsi itinerari - Reportages dal Forum della Valle Brembana - Pag.1

Cespedosio la frazione piu' alta di Camerata Cornello, sita d un altitudine di 1.070 metri s.l.m, ai piedi del Monte Venturosa (1.999 m). Pochi abitanti, la frazione e' molto popolata nei periodi estivi. Localita' famosa per l'estrazione di marmo (Arabescato Orobico). E' raggiungibile da Camerata Cornello tramite il Borgo di Brembella e dai Piani di Scalvino (Lenna), utilizzando una carrozzabile usata dai mezzi pesanti che trasportano i massi di marmo.........


Polo Culturale Mercatortum e Priula. Visita guidata alla chiesa di San Ludovico di Tolosa al Bretto dalle ore 10.30 alle 16.00 con pranzo al sacco offerto dal Polo Culturale e dai produttori locali che partecipano all’iniziativa.......


Frazione piu' alta di Camerata Cornello, sita d un altitudine di 1.070 metri s.l.m. , ai piedi del Monte Venturosa (1.999 m). Pochi abitanti, la frazione e' molto popolata nei periodi estivi. Localita' famosa per l'estrazione di marmo (Arabescato Orobico). E' raggiungibile da Camerata Cornello tramite il Borgo di Brembella e dai Piani di Scalvino (Lenna), utilizzando una carrozzabile usata dai mezzi pesanti che trasportano i massi di marmo.......


Questa primavera ero andato alla scoperta di un itinerario tra le antiche contrade sulle alture di Camerata Cornello, scoprendo dentro panorami e ambienti visti fin da piccolo angoli di storia che non conoscevo: mi ero ripromesso di ripetere il giro in autunno, oggi a quel puzzle aggiungo i tasselli di altre due contrade. Apro il viaggio da una chiesetta in riva al Brembo che con le sue rocce sorregge la contrada Darco e chiudo il viaggio con la piccola chiesetta prativa della contrada Bretto, che regge lo stemma di una storia importantissima quale quella dei Tasso: un giro che i miei scarponi studiavano da tempo, li ho seguiti fedelmente in questo loro girovagare dal Brembo alla vetta del Venturosa, ho dato loro piena libertà e ne è davvero valsa la pena. Ecco quello che abbiamo visto......


Quante volte girovagando sui fianchi di Cancervo e Venturosa mi ero ripromesso di andare prima o poi alla scoperta del versante opposto della valle, quello che si inerpica verso Dossena, tante volte osservato e su cui mi ero una sola volta incamminato percorrendo un breve tratto della Via Mercatorum sopra Orbrembo: ho ripreso quel filo per salire più su, alla scoperta di angoli e visuali che mi erano totalmente sconosciuti, un cammino curioso che mi ha portato nel punto più alto cui potevo aspirare, ovvero la defilata vetta del Monte Vaccaregio, posta a sentinella delle belle colline erbose che sovrastano Dossena.....


Quando non esistevano che mulattiere questo era il percorso più breve per salire da Camerata Cornello alla sua contrada più alta, Cespedosio, è la prima volta che provo a percorrerlo: Bruga Alta mi ha aperto le porte della verdissima Valsecca, dove parte dell'antico tracciato ha resistito alla trasformazione in asfalto e sterrate. Gli sguardi incuriositi delle tre persone incrociate a Bruga mi ha fatto capire quanto sia raro per loro veder passare escursionisti zaino in spalla, ora che si può salire comodamente in auto fino in quota: invece ripercorrere con passo lento vecchi itinerari totalmente fuori da qualsiasi flusso escursionistico regala a mio avviso un sapore diverso a località defilate che a volte vengono solo sfiorate frettolosamente........


Se le condizioni sono quelle giuste il Venturosa si rivela la montagna ideale da salire con cieli tersi: stavolta non lo accoppio con l'inseparabile Cancervo, non mi fido a percorrere il Canalino dei Sassi, preferisco salire solo il Venturosa dal classico sentiero che parte da Buffalora. L'innevamento è tutt'altro che abbondante, la traccia è ampiamente pestata e devo stare un po' attento alla neve ormai dura e in diversi punti ghiacciata: i ramponcini sono a portata di mano ma riesco comunque a salire e scendere senza utilizzarli, c'è una novità che mi rattrista non poco. Purtroppo la vecchia mulattiera che saliva al Grialeggio è stata totalmente distrutta da una pista larga circa un metro, che dalla Baita della Vecchia in poi l'ha cancellata completamente: spariti i vecchi gradini di sassi e quelli di legno, spariti restringimenti e slarghi, ora tutto è stato sostituito da un tratturo dalla larghezza e pendenza costante che mostra anche bruttissime canaline per lo scolo delle acque realizzate con traversine in cemento........


Dopo l'alba della piramidale del Sodadura di settimana scorsa, sempre alla stessa quota ma la piu' impegnativa del Monte Venturosa per la prima "mondiale" sui monitor in rete. Alba particolare della media Valle Brembana con bassi strati di umidita'. Continua cosi' costante l'allenamento in previsione delle piu' impegnative albe sulle vette dell'alta Valle Brembana... un ringraziamento all'Alvin51 che ha fatto da sherpa per tutto il percorso, carico come un mulo con le attrezzature fotografiche e due zaini!!.......


In compagnia di Paola, ascesa al Monte Venturosa con partenza dalla strada agropastorale sopra delle Case Buffalora successivamente il sentiero si innalza nel bosco giungendo ai pascoli di Baita della Vecchia, alla base del vallone che conduce al Passo Grialeggio. Il sentiero vince i poco piu'di 300 metri di dislivello con ampi e ben segnati zig zag, sempre nel bosco e sotto alcuni roccioni, e si giunse cosi' al Passo Grialeggio. Volgendo a nord per sentiero segnalato si perviene al pianolo erboso della Baita Venturosa. Continuando verso nord e appoggiando in ultimo verso la cresta con alcune facili roccette si perviene alla vetta del Monte Venturosa, con croce in ferro. Bellissima la vista dalla vetta del Monte Venturosa..........


Sono arrivati i rinforzi per la prima dell'Alba delle ore 5.45 sul Monte Cancervo, con l'affiatato duo Pio e Gino si e' aggiunta la guida alpina del Miky con Rossella che con la loro nikon hanno fatto riprese in time lappe. Doveva essere della partita anche IvanG ma ha desistito non appena saputo l'orario del ritrovo!! Ci ha comunque raggiunto sul Cancervo piu' tardi. Alba con strati nuvolosi ma sempre spettacolare vedere i colori mattutini con i fasci di sole che vanno e vengono. Ascesa dal canalino della neve e discesa dal Passo di Grialeggio... giusto il tempo per il pranzo al Rifugio Escursionistico di Cespedosio........


Scatti fotografici fatti settimane scorse sotto una nevicata nel borgo del Cornello dei Tasso. Con Pio per far prove con filtri HDR in macchina nei bei portici e vicoli del borgo medioevale. Le pubblico perche' sono in tema del periodo, anche oggi la vegetazione in media valle oltre i 700 m era coperta da una lieve coltre bianca.. e siamo a fine Marzo con un bel venticello frescolino da sud/ est dove la primavera sembra non arrivare mai!......


Comodo trekking tour nevoso per noi della media Valle in quel di Era e Cespedosio in comune di Camerata Cornello. Bella pulita la strada comunale, qui ci vivono ancora 3 famiglie.... a dir la verita' ci abbiamo provato a salire al traliccio dove e' posizionata la webcam, ma dopo qualche centinaio di metri il caterpillar Alvin si e' sfiancato, la neve era veramente troppa e anche con le ciaspole si sprofonadava fino alle ginocchia, il manto nevoso si e' assestato con la gelata notturna sul mezzo metro. Alcune immagini di stamane nei borghi di Era e Cespedosio sui 1000 m di quota.. in questo marzo pazzerello dove la primavera sembra ancora lontana!!......


Strati di umidita' con foschia densa per tutta la giornata odierna che va dai 700 ai 1000 m s.l.m. ~ mentre al di sopra di tale quota una leggera brezza da nord/est. Il panorama sopra questo strato e' bello a vedere, con questo "mare" di nubi sulla valle Brembana e le vette che spuntano. Qualche immagine di stamattina presto nella zona di Cespedosio/ Brembella proprio al limite della nebbia!......


Ancora un'escursione tranquilla in media valle complice un impegno a pranzo. La meta di oggi è il Venturosa visto che è da paracchio tempo che non ci vado. Partenza alle 6.30 circa da almè ed in breve sono sopra la Pianca dove, al primo chiarore inizio a camminare. Il cielo è molto nuvoloso contrariamenta a quanto mi aspettavo, ma va bene così. Salgo con un buon passo preceduto da due cacciatori fino al Passo di grialeggio. Da qui in breve fino alla vetta dove le nuvole sono poco sopra anche se verso la Grigna si vede il Sereno Dopo una breve pausa in cima proseguo verso il Cancervo che raggiungo in breve. Alle 9.30 sono anche su questa cima ed essendo presto decido di scendere alla Bellissima baita Cancervo dove farò una breve colazione nella tranquillità della natura. Da qui risalgo al Cancervo e poi di nuovo al passo di Grialeggio e giù alla macchia che raggiungo per le 11.30....orario perfetto per il pranzo che mi attende!......


Lascio l’auto a San Pellegrino Terme e mi avvio in direzione di San Giovanni Bianco che raggiungo dopo aver percorso circa 4 km e le diverse gallerie della vecchia ferrovia ben recuperate. Passo il torrente Enna che scende dalla Val Taleggio e riprendo la ciclabile in direzione di Piazza Brembana. All’altezza delle ultime case di San Giovanni Bianco la lascio e seguo le indicazioni per Oneta. Una bella mulattiera (siamo sulla via Mercatorum) porta in poco tempo al borgo dove è possibile ammirare la casa di Arlecchino. Proseguo il cammino, il sentiero nel bosco conduce all’Oratorio di S.Anna risalente al XVI secolo. Il bell’affresco in facciata avrebbe forse bisogno di una sistemata ma per il resto è evidente la cura che gli abitanti della valle hanno per la bella chiesetta. Ora il sentiero scende per arrivare ad un bellissimo ruscello rigonfio d’acqua ai piedi del borgo medioevale......