Home Page di LennaFrazioni di LennaCenni Storici di LennaManifestazioni e Eventi a LennaNumeri Utili di Lenna
Carattere medio Carattere grande


 
Le fotografie in alta risoluzione di Lenna Le Fotografie di Lenna
Archivio Fotografico di Lenna
News Lenna Le News di Lenna
articoli e news di Lenna dai giornali locali
Itinerari escursioni a Lenna Trekking escursioni a Lenna
Reportages tragitti, itinerari, escursioni sui sentieri di Lenna
Libri su Lenna Bibliografia Lenna
Bibliografia realizzata dal Centro Studi Francesco Cleri e dal Centro Storico Culturale Valle Brembana
Libri su Lenna Bibliografia Lenna
Bibliografia realizzata dal Centro Studi Francesco Cleri e dal Centro Storico Culturale Valle Brembana
Mauro Codussi Mauro Codussi
Mauro Codussi nasce nel 1440 a Lentina l'attuale Lenna e muore a Venezia nel 1504. Da giovane si trova a lavorare a Rimini a fa il muratore e anche il tagliapietre.
La Festa e la chiesetta di Santa Lucia a Lenna La Festa di Santa Lucia
Ogni anno , il 13 Dicembre nel nostro paese si festeggia Santa Lucia in modo molto solenne. Noi bambini siamo molto contenti perché siamo a casa da scuola.
Lo Sport a LennaLo Sport a Lenna
È possibile praticare passeggiate, di una o più ore nei boschi circostanti, lezioni per tutti i livelli trekking ad alta quota.
Ufficio Postale di Lenna Ufficio Postale
Orari e Servizi disponibili nell'Ufficio PT di Lenna
Indice escursioni a Lenna - Escursioni trekking sentieri percorsi itinerari - Reportages dal Forum della Valle Brembana

Infinita escursione in quel di Lenna e non solo, il Cantone San Francesco mi ha introdotto in un angolo delle Orobie alquanto affascinante: la salita verso il Passo di Ortighera è una botta da 900 metri secchi di dislivello, ma poi lassù si schiude la bellissima cavalcata che percorre integralmente la dorsale del Monte Valbona e del Collino di Campo, fino a concludersi sulla vetta del Monte Menna. Dorsale di altri 900 metri con strappetti a volte faticosi, dove si viaggia in bilico tra i bucolici e sterminati pascoli del versante sud ed i paurosi precipizi e canaloni del selvaggio versante nord, che si schianta con salti impressionanti sulla Valsecca. Stupenda la vista dal Monte Valbona, poi il tratto fino al Collino di Campo permette di tirare il fiato e recuperare forze in vista della tirata finale. Ovviamente il dislivello si fa sentire e arrivo in vetta tutt'altro che pimpante, ma il Menna mi conforta coi suoi bei panorami, oggi in versione un tantino imbronciata: all'orizzonte si vedono chiaramente vette con neve nuova, folate gelide arrivano fin qui. Per la discesa decido di percorrere il Vallone, che ospita il sentiero proveniente da Costa di Roncobello.....


Passati i due ponticelli in ferro ed ancora un po' di sentiero-ferrovia, svoltiamo a destra per abbassarci a livello del torrente con l'intenzione di percorrerlo in risalita attraverso le pozze che viste dall'alto sembrano ben ghiacciate. Passiamo sopra il ghiaccio di qualche pozzetta, qualcuna regge, qualcun'altra si sfonda, ma non c'è acqua sotto. Giunti però dinnanzi ad una pozza lunga alcuni metri e stretta fra le ganasce di una alta strettoia di pietra, vi restiamo ad osservarla e valutarla per alcuni minuti. Il ghiaccio passa dal bianco al trasparente in circa un metro e sotto si vede chiaramente l'acqua alta almeno un mezzo metro. I margini lungo le rocce sono rotti e fanno intuire un abbassamento del livello dell'acqua successivo all'indurimento della superficie. Tutto fa pensare che quanto ci troviamo davanti sia una grossa zattera che galleggia sull'acqua: chissà se reggerebbe il peso di un uomo senza frantumarsi!...


Ieri sabato 16 aprile 2011, sono andato sul monte ortighera salendo dal Cantone San Francesco una frazione del comune di Lenna, il sentiero parte dall'ex colonia e si inerpica con una salita abbastanza tosta seguendo la linea dei tralicci dell'alta tensione. Io ci salgo molto spesso per scattare fotografie agli animali, ma in questa uscita ho voluto fotografare alcune baite in bianco e nero. Mi è capitato di sfogliare libri nei quali ho visto rappresentata la vita delle persone che una volta salivano in montagna per portare le bestie ai pascoli, queste foto erano tutte, ovviamente, in bianco e nero data l'epoca degli scatti. Volevo vedere se anche oggi l'effetto era simile...


Per un giorno allontaniamoci dalla bella neve che adorna le nostre montagne per immergerci in un percorso "storico naturalistico floreale" a dir la verita i passi non sono 4 ma circa 40.000... 20km..... non pochi, già per arrivare qua.. dal "Ferdy".. al ponte canale che scavalca la val Parina il percorso è lungo... verrebbe voglia di togliersi le scarpe e guadare il Brembo per accorciare la strada....


Visto la mancata eclisse di stamane.. il duo Ma.Ca. & valanga si riunisce per un reportage freddofilo con le immagini della galaverna e ghiaccio nel tratto del fiume Brembo nella Piana di Lenna. La galaverna che cristallizza alberi e cespugli... atmosfera nel grigio che nessun raggio di sole per 3 mesi riesce a forare, qui in questa conca naturale oltre la Goggia, il sole si rivede da metà Febbraio, e con le temperature sottozero tutto si trasforma come una "Piccola Siberia".... la Siberia Brembana....


Ricordo di avere già percorso questo sentiero alcuni anni fa, durante il grande incendio di Menna - Ortighera. Sabato mattina in compagnia di Miriam imbocco da Scalvino il noto sentiero 259 della Val Parina. Basse nebbie avvolgono la valle. Una frana è caduta sul sentiero, ma non è difficile scavalcare i tronchi delle piante divelte.....


Sabato 10 maggio salgo da Lenna (Cantone S. Francesco) con Miriam al passo dell'Ortighera. Dal passo un sentiero a sx ci porta ad alcune baite con una fontana da dove parte il sentiero che scende in val Parina. Arrivati ad intercettare il sentiero che da Scalvino porta a Zorzone lo seguiamo fino a scendere al torrente Parina. E qui decidiamo: anzichè fare il sentiero che passa alto sopra l'orrido seguiamo il corso d'acqua. Via all'avventura!.....


Tutto era gia programmato da giorni.. dopo la perturbazione le previsioni sono da schiarite pomeridiane. Intenso giro di email per contarci e decidere il luogo migliore per riprendere e "pestare il gran nevone" sceso sulle Orobie. Alle 8.30 (dopo aver attesso il duo brembillese, le strade erano ghiacciate dal primo mattino) partiamo belli imbacuccati e volenterosi dal Cantone San Francesco di Lenna. In un'ora e mezza siamo al passo di Ortighera (1450 m) dove calziamo le ciaspole, la neve qui supera il mezzo metro.......


Alla ricerca di angoli misteriosi, in questo polare inizio di febbraio 2009 ci siamo infilati in val Parina a scrutare la natura. Sempre affascinante percorrere il segnavia CAI 259 con una spolverata di neve. Il campanile della “Goggia” con un fantasma che si agita nella cruna ti invita a meditare a cosa puoi incontrare e cosa hanno visto queste pareti strapiombanti nei secoli. E’ incredibile.... una ferrovia in un posto così inospitale, senza case ne pascoli. Questa strada ferrata è stato costruita alla bocca della Parina.....


La galaverna è costituita da un rivestimento cristallino, opaco e bianco intorno alle superfici solide; di solito non è molto duro e può essere facilmente scosso via. Essa si forma perché le goccioline d'acqua in sospensione nell'atmosfera possono rimanere liquide anche sotto zero (stato di sopraffusione). Questo stato è instabile e non appena le gocce toccano una superficie solida come il suolo o la vegetazione si trasformano in galaverna: si tratta quindi di solidificazione, ovvero passaggio dallo stato liquido a quello solido...


22 Gennaio 2009 - Alpi Orobie bergamasche - Ciaspolata sul Valbona (1850 m) - Lenna - Passo Ortighera - Cima Valbona - 1370 m di dislivello, reportage by mario.barba e valanga..


Nuovo itinerario.. a dir poco spettacolare.. si attraversa la Valle Parina su traccia di sentiero in saliscendi a circa 1000 m s.l.m. tra torrioni e guglie e non poca fauna che fugge al nostro passaggio.. per la maggior parte camosci. Giornata non proprio ideale.. viste le temperature gelide (stamane dal ferdy -7°).. ma i nostri intrepidi capitanati dalla guida del mario.barba non si lasciano intimorire e proseguono tutti belli imbacuccati.. con sciarpe, paraorecchie, guanti e ghette...


Provocato e stimolato dalle immagini postate questa settimana nel forum (semplicemente spettacolari....) e non praticando sci (Metà il forum è sulle piste da sci...) decido di provare un escursione ad un luogo a me tanto caro. Le nevicate dell'ultimo periodo sono state decisamente generose e il paesaggio che dovrei ritrovarmi dovrebbe essere gratificante. Itinerario : Cantoni di Lenna (colonia) - Passo di Ortighera - Alpe Moss - Programmo tutto la sera prima, all'ultimo minuto. La notte, sempre ripensando agli scenari che dovrei incontrare, trascorre in maniera tumultuosa. Partenza alle 7.00 dai Cantoni. Dall'altra parte della valle Moio de Calvi dorme ancora..


salita da Roncobello per la Baita dei Muffi, Collino di Campo, Pascoli di Ortighera. Salita Roncobello - Dorsale Menna Ortighera - Muffi – Due Gemelle - Ambiente calcareo - Versante nord ovest della dorsale Menna Ortighera verso il paese di Roncobello, fraz. Baresi. Dislivello 700 mt - Segnavia 235 CAI e precedente n. 6 - Percorso facile con tratti esposti al passo “delle Due Gemelle”. Pericoloso con ghaccio o con neve gelata vetrata. Escursione gratificante per amanti dei fossili e di ambienti ancora naturali. MT 1050 sm.Partenza da frazione Costa di Roncobello dal parcheggio sul falsopiano di fronte a delle villette degli anni 50....


Sabato 1 Marzo 2008 - Partenza dal Ponte delle Capre (Lenna) ore 8.30. Un sentiero ripido... la diretta che porta all'Alpeggio Moss in Ortighera. Ristoro alle Baite Moss e discesa dal versante della Val Parina. Un dislivello di 1.100 m per un buon allenamento in vista del periodo estivo. Il sentiero sul versante sud/ovest dell'Ortighera, sempre panoramico e solivo.. Group escursione Monte Ortighera: gogis - Mario Lazzaroni - caciana - andrea.brembilla - valanga - Paolo...


Dopo l'esito positivo della Spedizione all'Arco del Pegherolo in MTB. I nostri "eroi" dell'Orobie F@ns Club si sono allenati duramente in queste settimane per la nuova esperienza che li aspetta domenica 17 Febbraio 2008.......