Home Page di FoppoloFrazioni di FoppoloCenni Storici di FoppoloManifestazioni e Eventi a FoppoloNumeri Utili di Foppolo
Carattere medio Carattere grande


 
Foppolo
Foppolo
Foppolo
News Foppolo News di Foppolo
articoli e news di Foppolo dai giornali locali (feed)
Forum Foppolo Forum Foppolo
BremboSuperSki, community di discussione su progetti, impianti, piste sci
Itinerari escursioni a Foppolo Trekking escursioni a Foppolo
Reportages Alpi Orobie: tragitti, itinerari, escursioni sui sentieri di Foppolo e dintorni
Sci-Alpinismo a Foppolo Sci-Alpinismo a Foppolo
Reportages Alpi Orobie in scialpinistica a Foppolo e dintorni
Libri su Foppolo Bibliografia Foppolo
Bibliografia realizzata dal Centro Studi Francesco Cleri e dal Centro Storico Culturale Valle Brembana
Foppolo cartoline a confronto Foppolo ieri e oggi
Cartoline a confronto, come era Foppolo tempo fa..
La Valanga di Foppolo La Valanga di Foppolo
Il 10 Gennaio 1977 la massa di neve si staccò dal monte Arete....
Foppolo Ski Stazione sciistica dell'Alta Val Brembana Stazione Foppoloski
Foppolo presenta una ricettivita' moderna ed ampia,ed offre agli appassionati le sue lunghe Piste di Sci, adatte sia a principianti che agli sportivi provetti. Foppoloski è situata in zona molto nevosa, grazie alla favorevole posizione l'innevamento si mantiene ottimo fino a primavera inoltrata....
Anello di sci nordico a Foppolo Sci nordico a Foppoloski
Foppoloski dispone di un attrezzatissimo anello di circa 3 km in località Convento, un bosco bellissimo con scorci fiabeschi, un'ottima manutenzione ed una struttura di noleggio, bar e spogliatoio nuovissima ed in completa armonia con l'ambiente...
Foppolo, Carona, San Simone Bremboski
Consorzio operatori turistici dell'alta Valle Brembana: Foppoloski, San Simone, Carona, Branzi, Isola di Fondra...
Webcam Foppolo Webcam Foppolo
Telecamere sulle piste da sci di Foppolo, le webcam inviano immagini piu' volte al giorno, risoluzione ottimale per vedere in tempo reale la situazione a Foppolo e sulle piste Montebello/ Valcarisole: webcam.foppolo.org
Baby Park Foppolo Sci Baby Park
L'area, riservata ai più piccoli che muovono i primi passi sugli sci, regalerà a tutti i bambini un'esperienza formativa e ludica per avvicinarsi allo sport.....
Piscina di Foppolo Maestri di Sci di Foppolo
La scuola sci 90 Foppoloski diretta dall’ex azzurro Giuseppe Carletti - Scuola di Sci Alta Valle Brembana, 45 maestri di sci in grado di erogare corsi nelle diverse discipline e per diversamente abili. Lo Snow Board, lo Sci Alpino, lo Sci Alpinismo sono alcune delle specialità in cui potete cimentarvi con la sicurezza di essere seguiti secondo i vostri ritmi di apprendimento...
Piscina di Foppolo La Piscina di Foppolo
coperta, sale idromassaggio, sauna, sauna finlandese, sala ambulatorio...
Foppolo /Rif. F.lli Longo Centro Accoglienza Oasi - Scuola Sci90
Presso: p.le Alberghi, Partenza Impianti Sci di Foppoloski puoi trovare: Palestra Basket, Pallavolo, Tappeti elastici, Sala giochi, Biliardo, Bar, Tavola calda, Noleggio Sci, Snowboard, Bob, Sala accoglienza, Colazioni al sacco.
L'arte a Foppolo, le chiese L'Arte a Foppolo
L'attuale chiesa parrocchiale e' una costruzione fatta nel 1932 dal capo mastro Gio Antonio Minore di Serina. Sorge su una precedente costruzione del 1482..
Itinerario per il Corno Stella Corno Stella
Posto quasi al centro della Catena Orobica, sullo spartiacque principale, offre una salita assai remunerativa e una vista tra le piu' belle dell'intera cerchia...
P.sso S.Marco / Foppolo Sentiero delle Orobie: Tappa P.sso S.Marco / Foppolo
Lungo e magnifico itinerario da intraprendere di buon mattino, così da raggiungere Foppoloski in giornata ed eventualmente proseguire fino al Rifugio Montebello, dove e' possibile pernottare. Il percorso e' caratterizzato dalla presenza di numerose baite per l'alpeggio estivo, molte delle quali vengono ancor oggi utilizzate....
Foppolo / Rif. F.lli Longo Sentiero delle Orobie: Tappa Foppolo / Rif. F.lli Longo
Dall'ampio parcheggio di Foppoloski si segue la carrozzabile asfaltata fino nei pressi della partenza dell'impianto di risalita del k2 (1677 m), dove ha inizio il comodo sterrato che, per pascoli, sale fino al pianoro IV Baita (1820 m) e dirigersi verso destra al Passo della Croce...
Cartina Estiva comprensorio Foppolo Cartina Estiva comprensorio bremboski
Gite e passeggiate sui Monti Orobici.
Cartina Invernale comprensorio Foppolo Cartina Invernale comprensorio di Bremboski
Gli Impianti del comprensorio.
Foppolo alta val brembana
   Scialpinismo Foppolo Indice Scialpinismo a Foppolo - Sci-Alpinismo, reportages dal Forum della Valle Brembana

La carenza di neve non da molte alternative in valle, così anche oggi siamo in quel di Foppolo. Partiamo dai piazzali e saliamo al passo della croce, l'idea è di tentare il Vescovo, ma arrivati in cima al Valgussera (tratti ghiacciati) lo valutiamo non in condizioni per una sciata. La neve è ventata/crostosa, insomma, non è proprio bella. Scendiamo rapidi per le piste al passo della croce e saliamo in direzione del rifugio Montebello da dove poi proseguiamo per la cima di Valcervia. Arrivati in cima togliamo le pelli e scendiamo su ottima neve pistata fino al lago e poi, a metà stradina circa, verso Carisole. Risaliamo quindi al Montebello per poi scendere per le piste fino ai parcheggi per reintegrare i liquidi dall'Aurelio......


Dopo l'abbondante nevicata fuori stagione, ci fiondiamo tra i monti per cercare di sfruttare questo raro evento e inanellare questa ennesima sciata in polvere di quest'annata tanto generosa. Certo che sciare in neve fresca nelle Orobie a fine Maggio non so quante volte sia capitato ed era un'occasione da prendere al volo. Alle 7.00 siamo ai piazzali e partiamo sci ai piedi da subito. Skiador, tornato in valle nella notte è già per strada e ci precede nella salita al Corno Stella. Quando siamo in prossimità del lago Moro lui comincia la discesa dall'anticima su un pendio vergine e in breve ci incontriamo all'inizio del pendio. Noi continuiamo la nostra salita verso l'anticima per goderci anche noi la polvere maggiolina, mentre lui prosegue la discesa verso il lago per poi risalire verso il passo di Valcervia.........


Oggi gita in solitaria sfruttando la giornata soleggiata (almeno la mattina) di oggi. Come ogni anno ormai, vado a farmi un giretto rilassante in ValCervia, sfruttando la caratteristica di questa valle che mantiene la neve anche a stagione inoltrata. Alle 8:00 sono al parcheggio del K2 e, sci nello zaino, mi incammino verso le piste. Alla partenza della seggiovia Montebello inizia la neve e posso finalmente salire più leggero. Arrivato al rifugio gli sci ritornano nello zaino perché la stradina che porta al lago Moro è completamente priva di neve e non ce nè fino a poco prima del lago. Per la salita al passo di ValCervia non ci sono problemi, ce nè ancora abbastanza anche per scendere......


Partiamo comodamente verso le 8.30 dopo un buon caffè dall'Aurelio, i primi sciatori sono già arrivati e gli angeli custodi dell'Akja sono già operativi. Fortunatamente poco prima del passo della croce sbuchiamo al sole e ci lasceremo baciare per tutto il giorno, anche perché se non ci fosse stato sarebbe stata estremamente dura stare in quota oggi. Poco prima delle 11.00 siamo all'anticima del Corno Stella e calziamo i ramponi per tentare la vetta. Purtroppo dopo le ultime nevicate nessuno ci è ancora andato e quindi dobbiamo tracciare noi. La neve è tanta, crostosa sul lato a sud e farinosa a nord. Non è certo il massimo. Purtroppo a metà cresta c'è un passaggio piuttosto aereo su un filo di lama, saggio la neve con il piede, carico il peso e un lastrone di 1 mq si stacca di qualche centimetro. Fermi tutti, non è assolutamente sicuro. All'unanimità decidiamo di abbandonare e tornare agli sci, tra un paio di settimane sarà ancora fattibile, la vetta da lì non si muove. Torniamo agli sci e scendiamo verso il lago Moro, la neve è molto variabile da trasformata a crosta semi-portante ma comunque sempre sciabile. Al lago facciamo una piccola pausa e poi cominciamo la breve salita fino al passo di Valcervia..............


Visto il freddo che è arrivato, questa volta ce la prendiamo comoda e partiamo dai piazzali degli impianti quando hanno già aperto. Passando dietro la stazione di partenza della seggiovia IV Baita ci portiamo subito sul versante sud del Toro e dopo pochi minuti sbuchiamo al sole in prossimità della vecchia sciovia. Da qui, risaliamo puntandone l'arrivo e poi proseguiamo fino alla cresta. Una lungo traverso ci porta fino al tratto in cui bisogna abbandonare gli sci e calzare i ramponi. Nel frattempo veniamo raggiunti da una coppia di ragazzi di Brescia, che salutiamo, ci farà compagnia e salendo con noi fino in vetta. Purtroppo la poca neve su questo tratto finale di cresta ha reso più difficoltosa la salita rendendola più alpinistica di quanto non lo sia in condizioni normali. Dopo la prima ventina di metri su roccia si passa ai gradoni su erba e quindi progrediamo meglio e, senza grossi pericoli, in breve siamo in vetta. Salutiamo i nostri compagni di salita che scenderanno in Valmadre verso il Dordona mentre noi ci prepariamo per scendere la ripida parete nord-est puntando la Valcervia.........


Prima scialpinistica per me della stagione (finalmente!). Partito alle 11.00 con l'intenzione di limitarmi al Montebello una volta giunto alla terrazza Salomon mi sono lasciato tentare dal Corno Stella che sembrava in condizioni, con pericolo valanghe abbastanza limitato a causa della basse temperature per tutta la giornata. I canalini sul traverso per raggiungere il Lago Moro hanno gia' parzialmente scaricato. Di neve ce n'e' parecchia sopra i 1800-2000. Molto ventata ma abbastanza cementata a causa della precipitazioni molto umide e all'abbassamento successivo delle temperature. In ogni caso occorre prestare ancora attenzione agli accumuli in alcuni casi molto importanti. La sciata non e' stata delle migliori a causa dell'irregolarita' di consistenza della neve solo a tratti farinosa, altrove crostosa e ventata. Per non parlare delle piste di Foppolo, molto lavorate dai passaggi del gatto che non ha ancora lisciato. In ogni caso non ho preso nemmeno un sasso neanche nella parte bassa della IV baita per giungere ai piazzali. Il meteo non e' stato male, verso mezzogiorno e' stato anche soleggiato, piu' tardi ha cominciato a chiudersi e si vedevano virghe nevose verso la bassa valle. Come prima uscita non mi posso lamentare.........


Finalmente tocca anche a noi scivolare un po. Ero stufo di vedere le foto e racconti di chi ha potuto godere della neve fresca scesa nei giorni scorsi. Puntiamo su Foppolo come prima uscita di stagione perché la pioggia e il rialzo termico di ieri ha mangiato troppa neve e occorreva salire di quota per trovarne ancora. Partiamo di buonora sotto un cielo minaccioso, ma siamo fiduciosi perché le previsioni parlano di miglioramento. In effetti, giusto il tempo di arrivare al passo della Croce, che il sole riesce a sbucare dai nuvoloni. Saliamo agevolmente la pista del Valgussera e la neve si fa sempre più portante. Arrivati in cima, giusto il tempo di mettere qualcosa sotto i denti che subito ci buttiamo in discesa. La neve è bellissima, crosta portante con due dita di fresca caduta nella notte. Purtroppo dopo c.ca 200 mt la crosta comincia a sfondare, allora facciamo dietro-front e risaliamo per godercela una seconda volta. Dopo la seconda discesa torniamo in qualche modo al passo e ripelliamo per la salita al Montebello..........


Dopo la bella nevicata di mercoledì, decidiamo di provare ad andare a fare un giro in Valcervia. Partiamo comodamente alle 8.00 dai piazzali di Foppolo e subito ci vengono forti dubbi sulla bontà del manto nevoso (crosta non portante). Saliamo seguendo alcune tracce fino al rifugio Montebello e poi prendiamo il traverso che porta al Lago Moro. Da qui proseguiamo verso il Passo di Valcervia, e giunti lì scendiamo nell'omonima valle. I primi mentri sono discretamente sciabili, ma più ci si abbassa e più la neve perde portanza diventando insciabile...........


Prima uscita di stagione, e dove potevamo andare se non a Foppolo? Oltretutto c'erano tantissimi scialpinisti questa mattina la nevicata di ieri e le piste 'sparate' hanno fatto scattare parecchi skialp. Come da previsione, in quota soffiava un gelido vento che ha reso la permanenza in vetta al Valgussera la più breve possibile. Giù di corsa al Passo della Croce e risalita al Rifugio Montebello per ripararci. La discesa per le piste non ha presentato il minimo problema, anche nelle zone non battute non abbiamo sfiorato il benchè minimo sasso. Tutto sommato come prima uscita, in questo inizio di inverno così avaro di neve, non è stata così male.........


Meteo come da previsioni, cielo velato e qualche nuvola passeggera. E meno male, altrimenti sarebbe stato un disastro termico per la neve. Il giro di andata e ritorno è piuttosto semplice: siamo partiti dai piazzali in direzione Rifugio Montebello, da qui, lungo il traverso, abbiamo raggiunto il Lago Moro e successivamente piegando a sinistra, il Passo Valcervia. Siamo scesi nella valle omonima tenendoci sul versante orografico destro fino alla prima baita che si incontra sotto una evidente bastionata rocciosa. Da qui si risale un ripido canalino che porta nella conca che conduce al Passo del Tonale........


Arriviamo al piazzale degli alberghi alle 7:30, albeggia. Come previsto dal meteo oggi le temperature sono miti e un tiepido vento soffia da est. Visto che è presto e la neve non è ghiacciata saliamo diritti per le piste verso il rifugio Montebello che raggiungiamo appena partono le seggiovie. Il traverso verso il Lago Moro è ben battuto e sicuro e in breve siamo all'attacco della salita. Qui, più per precauzione che per necessità, calziamo i rampanti ma la neve a ovest ha tenuto molto bene. Discorso diverso invece quando arriviamo sulla costa che volge ai carisoli, qui ci sono anche chiazze di ghiaccio vivo.......


Salita compiuta il 5 gennaio. Partenza da Foppolo in mezzo ai larici brinati, salita per la dorsale sud (per gli impianti del monte Toro) e quindi per cresta. Discesa in val Cervia e ripellata verso il passo omonimo. Da qui chiusura dell'anello passando per il lago Moro e il Montebello. Da segnalare i faticosissimi 200 m di salita al passo sprofondando in mezzo metro di neve causa perdita di adesività di una pelle.....


Il Masoni mi mancava, anche perche' della Val Sambuzza mi fido molto poco in inverno dati i tragici trascorsi.. Devo dire che ne avevo sentito parlar bene, ma non mi aspettavo una cima cosi' bella e completa. In discesa e' stato un vero spasso, su "firn" perfetto! Abbiamo spallato gli sci molto poco, solo dal K2 a poco sotto la partenza della seggiovia Montebello (quota 1750 m circa), sul lato della pista Cappelletta del Valgussera siamo riusciti a scendere sulle ultime strisce fin giu' alla partenza dello skilift di Carona. Per il resto, tantissima neve ancora...in questa fantastica stagione che andra' avanti ancora per un pezzo scegliendo con accuratezza le tante mete ancora possibili con poco portaggio sci.....


Come ogni anno a fine stagione, gli amici del CAI non si lasciano sfuggire un’uscita con gli sci stretti e le pelli, per lanciarsi in spettacolari e divertenti discese con la tecnica raspa… una vera passione...


La stagione fondistica è chiusa per quanto riguarda la pista, ma appiccicando un paio di pelli sotto gli sci si può evitare di lasciarli tristi e inattivi fino al prossimo inverno. Sabato mattina ho quindi approfittato della mezza giornata di bel tempo per salire al Corno Stella, con partenza da Foppolo (per guadagnare un oretta rispetto alla partenza da Carona, viste le previsioni non eccelse, e anche per partire con gli sci già ai piedi)...


Salendo la seggiovia del Valgussera è guardando verso la Val Masino te la trovi davanti, con il triangolone di neve che dalla bocchetta che la divide dalla Cima dei Lupi porta fino al tratto roccioso della cresta, e poi alla vetta nevosa. Meno nota e salita del Corno Stella, o del Toro, o del Cadelle, la Cima Vallocci se ne sta lì, un pò in disparte. Avevo voglia da tempo di farci un giretto e poi per un motivo e l'altro non avevo mai trovato il momento. L'ho fatto ieri, partendo e tornando presto prima del lavoro....


Anche quest'anno si è rinnovato l'evento "Trofeo Gherardi", gara individuale di sci-alpinismo valida per il Trofeo Alpi Centrali. Anche quest'anno ho avuto il piacere di partecipare alla preparazione del percorso al sabato e al servizio gara di domenica. Presenti i nutriti gruppi della Scuola Orobica e del CAI di Zogno. Dei presenti ho anche incontrato un'altro membro del forum: andrea.brembilla, il quale ha seguito, con il gruppo della Scuola Oribica, la prima parte del percorso che seguiva la cresta del Toro. Io invece mi sono aggregato al gruppo del CAI di Zogno e ci siamo occupati della zona dei Carisoli......


Sabato mattina salita al Corno Stella dai piazzali di Foppolo. La perturbazione dei giorni precedenti ha compattato la neve in basso e ha apportato uno strato di neve fresca sopra i 2000/2200 metri. Neve che comunque è ghiacciata sui versanti esposti a sud. Il traverso per il lago è ancora molto carico, anche se in molte zone ha già scaricato. Passare per la cresta del Montebello credo sia comunque molto rischioso, c'è ancora troppa neve......


Oggi la mia prima uscita con gli sci d’alpinismo sulle nevi di Foppolo. È per me una fortuna avere come Guida personale mio cognato Franco. La prova è stata fatta su un percorso adatto ad un neofita: io non sono sicuramente un allievo modello e i miei tempi di apprendimento sono più lunghi della media, ma Franco, ha saputo con tanta pazienza, rassicurarmi nei momenti più critici.......


Partiti alle 8:30 dal parcheggio dell'hotel Des Alpes di Foppolo. Risaliamo facilmente lungo il tragitto dello skilift finché si può. Arrivati alla fine della cresta togliamo gli sci e saliamo fino in vetta. La piccola cima è affollata, oggi sono tutti qui. Veloce pranzo e poi giù verso il Dordona. Neve fantastica, peccato le già innumerevoli traccie. Incrociata la strada che sale dal fondovalle, ripelliamo e saliamo al Passo Dordona. Arrivati al valico seguiamo la carrozabile che ci porterà alla pista del Toro. Alle 16:30 eravamo di nuovo al parcheggio. Giornata stratosferica, neve farinosa a nord e leggermente crostosa a sud.......


Domenica 4 Gennaio 2009 Scialpinistica Foppolo - Passo Dordona - Bocchetta dei Lupi Domenica in compagnia di Marco siamo partiti da Foppolo (zona Roki) per andare alla Bocchetta dei Lupi. Giornata fredda e soleggiata solo nella prima parte della mattinata poi coperta. Ponticello vicino alla parte terminale della pista del Toro......


Veloce "sgambada" pomeridiana da Foppolo (1550m.) fin poco sotto la cima del Corno Stella (2500m. circa). Gli sci si mettono e tolgono alla partenza della seggiovia del Montebello (a circa 1800m.). Visti altri scialpinisti sulla cima del Montebello. Dal punto di vista puramente sciistico, gita non tanto degna di nota per via della scarsita' della neve in basso, a parte la bella discesa dal Corno Stella ottimamente innevato, in parte su farina. Bellissimo panorama grazie al cielo terso. Temperatura gelida, -5 gradi a Foppolo, molti di meno in cima con vento abbastanza teso. In salita sulle piste ho incontrato MaCa, Matu' e un altro loro socio che erano gia' di ritorno dalla cima del Corno Stella fatta a piedi (ciaspole e ramponi), complimenti ragazzi..anche voi sempre in giro, eh!.......