Home Page di RoncobelloFrazioni di RoncobelloCenni Storici di RoncobelloManifestazioni e Eventi a RoncobelloNumeri Utili di Roncobello
Carattere medio Carattere grande


 
Le fotografie in alta risoluzione di Roncobello Le Fotografie di Roncobello
Archivio Fotografico di Roncobello
News Roncobello Le News di Roncobello
articoli e news di Roncobello dai giornali locali
Itinerari escursioni a Roncobello Trekking escursioni a Roncobello
Reportages Alpi Orobie: tragitti, itinerari, escursioni sui sentieri di Roncobello e dintorni
Sci-Alpinismo a Roncobello Scialpinismo Roncobello
Reportages Alpi Orobie in scialpinistica a Roncobello
Libri su Roncobello Bibliografia Roncobello
Bibliografia realizzata dal Centro Studi Francesco Cleri e dal Centro Storico Culturale Valle Brembana
Storie Antiche popolari di Roncobello Storie Antiche popolari di Roncobello
Un Albero sovversivo a Baresi.... Il mandriano spergiuro...
Personaggi illustri di Roncobello Personaggi illustri di Roncobello e le sue Frazioni
Nella cronaca del Castelli e' segnalato un certo Triacha: mercoledì l'ultimo di aprile di detto anno 1393 Francesco Crivelli Capitano del Signor nostro condusse....
organi antichi della Valle Brembana
Organo Serassi 1802 op.287...
Scuola Campanaria di Roncobello Scuola Campanaria di Roncobello
L'iniziativa della Scuola Campanaria di Roncobello si configura come la maggiore novità per la riscoperta e il rilancio della tradizione musicale bergamasca...
Anello di sci nordico a Roncobello Sci nordico a Roncobello
La pista da fondo di Roncobello è regolarmente omologata F.I.S.I. ed è di media difficoltà, esiste inoltre un piccolo anello di circa 1 Km molto facile....
Itinerario al Monte Menna Escursione al Monte Menna
La poderosa muraglia calcarea della Cima Menna domina tutto il tratto della Val Brembana da Piazza Brembana fino a Roncobello...
Itinerario al Sentiero dei Fiori Sentiero dei fiori all'Alpe Arera
ll "Sentiero dei Fiori" e' uno fra i piu' interessanti itinerari naturalistici delle Prealpi Bergamasche lungo il quale alla grandiosita' del paesaggio s'aggiungono rare e spettacolari fioriture di inattesa e sorprendente bellezza e di insuperabile valore botanico..
Ufficio Postale di Roncobello Ufficio Postale
Orari e Servizi disponibili nell'Ufficio PT di Roncobello
   Scialpinismo Roncobello Indice Scialpinismo a Roncobello - Sci-Alpinismo, reportages dal Forum della Valle Brembana

Giornata spettacolare, forse la più bella dall'inizio stagione, tanto sole e tantissima neve. In attesa che la neve si trasformi per bene prima di dare il via alle classiche, oggi optiamo per questi posti relativamente sicuri che ormai conosciamo bene. La neve è ancora tanta, al parcheggio di Mezzeno ce ne sono almeno 2,5 metri tanto che una delle due bacheche è completamente sommersa. Il giro è il classico, si segue il sentiero estivo per i laghi Gemelli salendo però al passo omonimo invece che a quello di Mezzeno.........


Alle 7:00 siamo al parcheggio delle Baite di Mezzeno, la strada è percorribile in tutta la sua lunghezza e l'eco-pass non è ancora entrato in funzione. Di neve qui non ce né più e spalliamo gli sci fino sotto il Corno Branchino. D'ora in poi l'innevamento sarà costante e credo ancora sufficiente per ancora un paio di settimane. La salita alla bocchetta di Corna Piana non presenta particolari difficoltà, la neve non è ghiacciata (purtroppo) e non è rovinata dai rivoli da pioggia (per fortuna). Arrivati alla bocchetta, si affronta un breve tratto in discesa fino a ritrovare il traverso che conduce nel mandrone nord del Pizzo Arera..........


Prima volta per noi sul Farno passando dal versante ovest anche perché è da effettuarsi piuttosto presto nella stagione e quindi da affrontare esclusivamente con neve sicura visto il periodo. Poco dopo le 7.00 arriviamo in macchina a Capovalle e percorriamo la stradina, perfettamente battuta dal gatto, alle prime luci dell'alba. Arrivati alle baite di Mezzeno subito ci accorgiamo che oggi sarà dura. Non è salito nessuno verso i laghi Gemelli in questi giorni, e quindi ci tocca battere traccia nei 30 cm caduti nei giorni scorsi. Ci alterniamo in salita fino al passo dove, dopo una breve pausa e due chiacchiere con altri scialpinisti, ci buttiamo in discesa sul pendio che scende verso il lago e traversiamo il più possibile verso la base del pendio che sale al Farno. Ripelliamo e ricominciamo a battere in neve fresca a tratti crostosa che ci obbliga ad un dispendio di energie inutile. Finalmente arriviamo molto affaticati al colletto sotto la cima del Farno dove finalmente ci aspetta il meritato riposo. Purtroppo rinunciamo alla vetta, che vediamo 30 mt sopra di noi perché il pendio è ventato e molto duro............


Partiamo da Capovalle ancora avvolti dalle tenebre, ma la luna che riflette nella neve ci aiuta molto a seguire la strada. Dopo non molto anche la luce del sole comincia ad intravvedersi e quando arriviamo nella conca di Mezzeno l'alba è arrivata da poco. Seguiamo il sentiero estivo che porta ai Laghi Gemelli e in prossimità del bivio con il sentiero che porta ai Tre Pizzi veniamo investiti dai caldi raggi del sole. Arrivati in prossimità del piano dove poggia un piccolo bivacco, deviamo a destra puntando il passo dei Laghi Gemelli e successivamente risaliamo la ripida pala finale che porta alla Cima Papa G.Paolo II. Scendiamo in direzione della cresta che porta al Passo della Marogella andando a cercare i pendii in ombra che hanno mantenuto la neve farinosa.Arrivati poco sopra le baite di Mezzeno, traversiamo fino a incrociare la traccia di salita che porta al Passo della Marogella. Ripelliamo e in breve siamo in cima, pronti a goderci questa classica discesa.........


Cerco di partire piuttosto presto visto il grande sviluppo che mi attende, e alle 7:00 parto sci in spalla da Capovalle. La strada che sale alle baite di Mezzeno è ancora chiusa dalla sbarra, in quanto è presente ancora della neve in diversi punti di essa. Al tornante 9 esco dalla strada e seguo il sentiero che porta proprio sotto il Corno Branchino, ad incrociare quello che arriva da Mezzeno. Qui finalmente riesco a calzare gli sci, ma la situazione neve, nonostante non siano ancora le 9:00 non è delle migliori. Ha una leggera crosta che si sfonda facilmente e inghiotte gli sci ad ogni passo. Fortunatamente salendo di altitudine la consistenza della neve migliora, fino a trovare scivoli ghiacciati molto insidiosi (rampanti obbligatori)......


E' ormai una consuetudine che dopo un'abbondante nevicata, un giro in Marogella è d'obbligo. Quest'anno l'abbondante nevicata è arrivata un pò in ritardo ma il freddo intenso ha aiutato molto a mantenere la tanto amata 'farina'. Unica pecca è la mancanza di un fondo uniforme che avrebbe reso la sciata perfetta, tutto sommato però le uniche grattate le abbiamo fatte sui cespugli. Partiamo alle 9.00 da Capovalle, e subito ci accorgiamo che oggi questo itinerario è gettonatissimo. La temperatura è rigida ma il movimento aiuta moltissimo a restare caldi. Piccola pausa per un tè caldo alle baite e poi su diretti al passo........


Bellissima gita oggi al Pizzo Arera. Meteo perfetto e temperatura fresca hanno mantenuto bene la neve anche nel primo pomeriggio. La salita al Pizzo è indicata a chi vuole un giro che includa anche alcuni passaggi di alpinismo. La neve oggi nel canalino era molto compatta, al limite del ghiacciato. La picca in alcuni casi faticava ad entrare e i ramponi si usavano esclusivamente di punta. Di contro, una volta sbucati in cresta a sud, la neve era già molle e abbiamo faticato non poco per salire fino in vetta........


L'idea originale era di andare al Farno, ma le condizioni meteo avverse ci fanno desistere e ripieghiamo sulla più agevole cima Papa Giovanni. Già al pianoro dove si vedono i due passi (Mezzeno e Laghi Gemelli), la nebbia ci avvolge. Seguiamo le tracce che conducono al passo dei Laghi Gemelli sperando di sbucare dalle nuvole al più presto. Purtroppo al passo c'è ancora un pò di foschia e così rinunciamo. Scendere verso il lago è troppo un azzardo. Puntiamo quindi verso la Cima Papa Giovanni seguendo uno scialpinista che nel frattempo ci ha raggiunto. In cima il tempo migliora temporaneamente dandomi la possibilità di fare qualche scatto. Tempo di mangiare qualcosina e veniamo avvolti dalle nubi in risalita dal fondovalle. Discesa da dimenticare.....


Lunedi mattina parto da Costa di Roncobello con l'intenzione di fare un giro in zona Menna. Addocchiati i cartelli CAI che indicano il sentiero per la cima prendo una strada sterrata scarsamente innevata. Poco dopo il sentiero si stacca sulla sinistra, lo imbocco con gli sci in spalla. Salito per circa 300 m di dislivello il bosco diventa piu rado e la neve permette di calzare gli sci. In breve raggiungo la Baita dello Zoppo....


La giornata è partita benissimo, cielo limpido e una leggera brezza. verso le 13:00 sono arrivati alcuni nuvoloni portati da un vento insistente. Tutto sommato comunque è stata una bella giornata. Condizioni neve: La neve comincia sotto il Corno Branchino dove c'è la sorgente d'acqua. A causa delle abbondanti piogge dei giorni scorsi, nella conca del Lago Branchino i pendii sono solcati da profondi canali di scolo, mentre sui pendii più ripidi verso il colletto di Corna Piana e nel mandrone era un biliardo (a parte le zone scaricate)....


Gita veloce visto l'ora tarda. Essendo già in zona Roncobello decido di andare a "fare qualcosa" nella conca di Mezzeno. La neve dei giorni scorsi ha permesso di calzare ancora gli sci già dal parcheggio, ma visto la temperatura questa era praticamente una colla. In certi punti mi dovevo fermare ogni venti metri per togliere lo zoccolo che si formava. Una faticata solo per arrivare alle baite di Mezzeno. Fortunatamente a 1600 mt la neve era più fredda e il problema non si è più presentato. Visto i pendii perfetti e le numerose tracce, decido di salire alla cima Papa Giovanni Paolo II e di scendere dal lato verso il Passo della Marogella. Numerose le tracce di salita, soprattutto ciaspolatori. Oggi ci sarà stato il pienone....


Stamattina causa altri impegni parto tardi (da non fare soprattutto se si vuole andar su con calma), alle 10.15 da Capovalle; alle 13 sono in cima al Farno, raggiungendo diversi gruppi e gruppetti di scialpinisti partiti piu' presto, compresi alcuni che scrivono sul forum (claudiosky, marco81, Daniele,...) e altri volti noti.......


Domenica 17 Gennaio 2010 - Come sempre foto di Paolo Riboli, reportage completo sul Sito della Scuola Orobica. Uscita SPET-TA-CO-LA-RE..... guardate il reportage per credere. Si parte con la nebbia di Capovalle ovattato sotto una coltre di neve ancora presente sugli alberi.. tutto è bianco, il silenzio è incredibile, c'è solo il rumore dei nostri sci e del nostro respiro..


Gita effettuata con DANIELE e Claudiosky. Lunghezza dell'uscita circa 23 km, con dislivello positivo di 2000 mt. Partenza dalle baite di Mezzeno alle ore 6,00 e ritorno verso le 14,30. Neve nella prima parte dell'uscita, fino al Pizzo Farno, gelata e durissima, dava problemi di tenuta alle pelli in salita e per la discesa dal passo Gemelli all'omonimo lago una vera sofferenza per le gambe. Nel corso della giornata grazie al sole ha mollato uno strato superficiale di 5 cm ed per il resto delle discese è stato un divertimento bellissimo.....


Approfittando della bella giornata in compagnia di Annamaria siamo andati da capo Valle al passo laghi Gemelli, per scendere verso l'omonimo lago, l'intenzione era di proseguire per il Farno ma purtroppo siamo partiti un' pò tardi e dunque abbiamo optato per risalire al passo di Mezzeno. Partenza da Capovalle...


Partecipanti: Skiador, claudiosky - Lunghezza: 14.8 Km (di cui, ahime', quasi la meta' con gli sci sullo zaino........!) Dislivello in salita: 1000m circa (considerando anche una piccola risalita sotto la conca al ritorno), di cui circa 600 fatti in discesa con gli sci. Quota partenza: 1600m Quota arrivo: 2450m (arrivati quasi in cresta sciando anche il ripido canalino di accesso, abbiamo rinunciato alla cima causa pioggia insistente mista a grandinella... ) Difficolta': BS, PD- (BSA, PD+ se si vuole raggiungere la cima superando un canalino poco prima della cresta finale, in questo caso necessari piccozza e ramponi)...